CHIUSURA ESTIVA - GLI ORDINI VERRANNO EVASI DAL 29 AGOSTO 2022
PER URGENZE CONTATTARE IL 3397311312 ANCHE SU WHAT'S UP
In offerta!

MANIPOLO ABLATORE - COMPATIBILE EMS

90,00 IVA esclusa

Compatibile EMS®

Categorie ,

Descrizione

Manipolo ablatore compatibile EMS ® autoclavabile (135°C)

Con interno in titanio.

Compatibile EMS®

Caratteristiche del prodotto

  • Impugnatura ergonomica.
  • Leggero.
  • Autoclavabile a 135° C.
  • Economico

Utilizzo

Il principale strumento utilizzato dal dentista, o dall’igienista, durante il trattamento di igiene orale. Ablatore ad ultrasuoni per trattamenti di scaling paradontali, preparazione di cavità e trattamenti endodontici. Scaling, Perio, Endo.

Il Manipolo ablatore compatibile EMS ® è uno strumento odontoiatrico che viene utilizzato negli studi odontoiatrici professionali per eliminare i sedimenti di tartaro dalla superficie dei denti del paziente. Riesce a raggiungere i punti più nascosti tra denti e gengive.

 

Il perchè del manipolo ablatore e quali sono i vantaggi nel suo utilizzo nel trattamento di igiene orale ???

Rispetto agli apparecchi manuali, quelli a ultrasuoni sono in grado di agire sul tartaro senza danneggiare lo smalto dentale o le gengive. Sono inoltre più precisi, e permettono di rimuovere anche quantità molto piccole di materia.

L’ablatore lavora grazie all’emissione di ultrasuoni che, appena entrano in contatto con il tartaro, lo scrostano dalla superficie del dente senza dover ricorrere a sfregamento o trattamenti più ”violenti”

L’ablatore, o “scaler”,  invia vibrazioni ad altissima frequenza alla punta di un manipolo, realizzando così una conversione dell’energia elettrica in energia meccanica. Strumento che genera oscillazioni molto rapide, e che può raggiungere tra le 20.000 e le 40.000 vibrazioni al secondo. Le oscillazioni vengono poi trasmesse a una punta metallica, che vibrando intensamente genera degli ultrasuoni.

Grazie alla produzione di ultrasuoni è possibile eliminare le concrezioni di tartaro e la placca dal cavo orale, agendo su depositi sia sopragengivali che sottogengivali. In questo modo, viene impedita la proliferazione dei batteri nelle zone della bocca in cui si è effettuata la pulizia dentale.

 

Scarica il pdf

Carrello
× Possiamo aiutarti?